Ricordo di “Lorenzo”

La mia veneranda età mi impone di effettuare tanti bilanci sulla vita vissuta, sugli eventi, sulle persone. Ho conosciuto tanti uomini: uomini leali ed onesti, “amici” interessati, semplici miserabili, politici preparati, politici incapaci ed arroganti, colleghi qualificati, colleghi “figli di …. docenti illustri” insomma di tutto e come Diogene, ho cercato “l’uomo” senza trovarlo! Nel 2012, gli eventi mi hanno riservato la Presidenza della Casa dello Scugnizzo. Lì ho conosciuto Lorenzo, Vincenzo Esposito, “un uomo”. Fisico segaligno, abbigliamento approssimativo, estremamente riservato, lo sguardo triste, mai un sorriso. Lo vedevo sempre nell’atrio della Fondazione. Chiesi notizie su di lui alle mie collaboratrici. Mi descrissero le difficoltà in cui versava: vedovo, senza figli, senza lavoro, viveva in una abitazione modesta. Mi colpì la dignità e la disponibilità verso tutti. Non persi tempo, la sua età avanzata non mi consentiva altro che inserirlo nell’elenco dei volontari, riconoscendogli un modesto ristoro mensile. Gli “imposi” di utilizzare la mensa della Fondazione.
“Il nostro”, ogni giorno dopo aver consumato un pasto frugale si faceva consegnare quelli di alcuni utenti della mensa infermi e li portava ai loro domicili.
Rientrava e svolgeva piccoli lavoretti, fermandosi poi in portineria. Lorenzo riservava al sottoscritto un affetto indescrivibile, ovviamente ricambiato. Ora Lorenzo è andato in un mondo migliore, dove la sua generosità, il suo altruismo, la sua dignità saranno premiati come avrebbe meritato in vita. Se né è andato in silenzio, come era suo costume, senza dare fastidio. A noi tutti rimane la gioia e l’onore di aver conosciuto un uomo con la U maiuscola, che ha onorato nel migliore dei modi una vita grama e senza soddisfazione. Ed io, diversamente da Diogene, finalmente ho trovato l’uomo.
Prof. Antonio Lanzaro

Lunedì 15 giugno la Fondazione riprende le attività nel rispetto delle disposizioni anti-covid!!

FocsAscolto, lo Sportello della Fondazione Casa dello Scugnizzo onlus, offre alle persone che si trovano in difficoltà a causa della pandemia da Covid-19 sostegno psicologico online. In particolare:

  • Sostegno emotivo e counselling a coloro che sperimentano vissuti emotivi come paura, ansia, irritabilità o chiusura in se stessi, ed altro, dovuti alla difficile situazione vissuta.
  • Sostegno psicologico e counselling agli operatori direttamente coinvolti nella gestione sanitaria e civile dell’emergenza volti a ridurre lo stress dovuto alla pressione a cui sono esposti.

Per contatti:

email: ascolto.focs@libero.it

oppure

è possibile telefonare nei giorni lunedì e mercoledì dalle ore 17.00 alle ore 19.00 e il venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00 al numero 3512648042

Canale on line di sostegno psicologico: Focs ascolto

La Fondazione Casa dello Scugnizzo onlus attiva il

canale online di sostegno psicologico  FocsAscolto

 

FocsAscolto è il canale di sostegno psicologico online attivato nell’ambito dell’attività istituzionale del proprio Sportello dalla Fondazione Casa dello Scugnizzo onlus, con sede a Napoli in piazzetta San Gennaro a Materdei e presieduta dal prof. Antonio Lanzaro.

FocsAscolto è dedicato in particolare, ma non esclusivamente, al sostegno psicologico di tutti coloro che in questo triste momento sono coinvolti in prima persona nella cura e nel contrasto alla diffusione del Sars-Cov-2, il Covid-19, più semplicemente definito coronavirus.

Attraverso il canale online e secondo i criteri di riservatezza e deontologia indicati dal Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi offre supporto alle donne e agli uomini che stanno in questi giorni combattendo la pandemia a prezzo di un gravissimo costo emotivo: medici, infermieri, personale paramedico e operatori impegnati nell’attività di tutela della salute pubblica. Ma anche a tutte le  lavoratrici e i lavoratori che operano nei servizi ritenuti essenziali per il Paese, ai dirigenti scolastici, docenti e personale della scuola e a quanti versano in condizione di disagio.

FocsAscolto continua inoltre ad erogare il sostegno psicologico alle donne che subiscono maltrattamenti o violenza in famiglia.

Per usufruire del servizio fornito dalla Fondazione Casa dello Scugnizzo onlus è possibile contattare lo Sportello via email: ascolto.focs@libero.it  oppure nei giorni lunedì e mercoledì dalle ore 17.00 alle ore 19.00 e il venerdì dalle ore 10 alle ore 12 direttamente il numero 351.2648042.

Le attività aperte al pubblico della Fondazione Casa dello Scugnizzo onlus sono sospese fino al 3 aprile 2020, in ottemperanza al Decreto del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo 2020.

Le iniziative programmate nell’ambito della rassegna “Marzo Donna. Lo sguardo delle Donne” previste per i giorni 10 e 24 marzo sono rinviate a data da destinarsi.